...

  Cerca nel sito
...
Google
...
...
Home>>
...


La Pro-Loco Pentone
.: Attività e Storia
.: Archivio documenti
.: Lo Statuto
.: Il Consiglio
.: In Agenda...
.: Curiosità
.: Eventi
.: Il sito
.: Contatti
.: Iscriviti on-line!



 


Il Paese
.: Storia di Pentone
.: La chiesa
.: Il Santuario di Termine
.: Archivio fotografico
.: Fra cultura e tradizione
.: Prodotti tipici


 


I pentonesi nel mondo
.: Storia dell'emigrazione
.: Tradizionale festa
      dell'emigrante

.: Pentone nel mondo


 

Lo scrigno
.: L'Archivio dei ricordi
.: Museo della Civiltà Contadina
.: Vocabolario del dialetto
      Pentonese

.: Le feste del Paese
.: Pinacoteca Elettronica
      di arte Contemporanea

.: Autori pentonesi
.: Pentone Città della musica


 

Info
.: Guida al territorio
.: Info Pro-Loco
.: Come raggiungerci
.: News
.: Associazioni Pentone
.: Newsletter
.: La pagina utile
.: Link







 



 

 

.::.

 

 

...

Madia Sebastiano

Biografia


Nato a Pentone il 28 aprile 1910, ha conseguito la laurea in lettere classiche nell’università di Roma discutendo una tesi sulla poesia di Giovanni Pascoli: dal 1934 al 1939 ha insegnato latino e greco presso il liceo Galluppi di Catanzaro. Partecipa da ufficiale alla seconda guerra mondiale e viene fatto prigioniero in Libia; fa ritorno a Pentone nel 1945. In quest’anno assume la direzione della scuola media di Serra San Bruno; poi, nel ’48, ritorna professore al Galluppi.

Nel 1955 si trasferisce a Napoli, dove attualmente vive, insegnante di storia presso l’Istituto Diaz di quella città. Nel 1975 lascia l’insegnamento attivo e si dedica con rinnovata passione e giovanile entusiasmo a coltivare l’arte e la poesia.

 

Gli interessi del Madia nel campo degli studi e della ricerca letteraria sono molteplici; egli ha al suo attivo un nutrito numero di opere che vanno dai romanzi a sfondo autobiografico agli studi di letteratura latina, dai saggi critici su particolari problemi della letteratura italiana alla poesia greca, nella quale lingua ha composto una tragedia, << KENTETPOΣ >>, da lui stesso poi voltata in italiano. Tra le numerose opere pubblicate ricordiamo: “ La Greppia d’oro, Milano,1953; Le fonti del Cantico delle Creature, Milano , 1953; Il Centauro (tragedia in versi classici greci ), Messina – Firenze, 1957; Il centauro ( la predetta tragedia nella traduzione in versi italiani e ritmo greco ), Messina – Firenze, 1958; KENTETPOΣ ( la predetta tragedia greca in seconda edizione ), ivi, 1959 “. Molte sue poesie sono state pubblicate nelle riviste palermitane Socialità ed Ecom  negli anni 1962-63. Il Madia ne ha inedite molte altre come: “ Il mito di prometeo nella omonima tragedia di Eschilo; La figura di Sosia nell’Amphitruo di Plauto; il segreto deli uomini e delle donne nell’Arte amatoria di Ovidio; L’antidoto dell’amore nei Rimedi d’Amore di Ovidio; L’Alessandrinismo nei fasti di Ovidio; Ferite di un tempo lontano, romanzo.

 

...

<< Pagina precedente

 
...

.: powered by Marino Maria Antonietta :.

...