...

  Cerca nel sito
...
Google
...
...
Home>>
...


La Pro-Loco Pentone
.: Attività e Storia
.: Archivio documenti
.: Lo Statuto
.: Il Consiglio
.: In Agenda...
.: Curiosità
.: Eventi
.: Il sito
.: Contatti
.: Iscriviti on-line!



 


Il Paese
.: Storia di Pentone
.: La chiesa
.: Il Santuario di Termine
.: Archivio fotografico
.: Fra cultura e tradizione
.: Prodotti tipici


 


I pentonesi nel mondo
.: Storia dell'emigrazione
.: Tradizionale festa
      dell'emigrante

.: Pentone nel mondo


 

Lo scrigno
.: L'Archivio dei ricordi
.: Museo della Civiltà Contadina
.: Vocabolario del dialetto
      Pentonese

.: Le feste del Paese
.: Pinacoteca Elettronica
      di arte Contemporanea

.: Autori pentonesi
.: Pentone Città della musica


 

Info
.: Guida al territorio
.: Info Pro-Loco
.: Come raggiungerci
.: News
.: Associazioni Pentone
.: Newsletter
.: La pagina utile
.: Link






 



 

 

.::.

 

Diversi sono i pareri sulle origini del nome di Pentone, alcuni, pensano che il nome sia di origine greca Panta-Oinos, dalla voce panta (tutto) oinos (vigna) e cioè tutto vigne, oppure potrebbe essere una contrazione di Pente (cinque) Eikona (icona) da cui cinque icone.Si hanno sicure notizie dell’esistenza di Pantona (Pentone) nel 1276. I padri Brasiliani introdussero il culto di San Nicola Vescovo di Mira ed edificarono la Chiesa Matrice. Il Casale di Pentone seguì le sorti della città di Taverna, assunse il titolo di Universitas nel 1632 ed ebbe l’autonomia amministrativa nel 1816.
 

Di particolare interesse artistico, la Chiesa Matrice, che è composta da un’ampia navata centrale e da due navate laterali con cinque cappelle. L’abside dell’altare maggiore è sormontata da una Pala D’altare (m. 2,5 x 3,5) che rappresenta un Cristo Maestoso con accanto la Madonna ed in basso San Nicola Vescovo attorniato da angeli e putti. Il baldacchino è in stile gotico ed è rivestito in oro zecchino mentre il pulpito di pregevole fattura è collocato nella navata principale. La chiesa è dotata di un organo a mantice e di diverse tele del ‘700 ed adornato da parecchie statue dell’800.

All’interno della Chiesa si trova l’Oratorio della Real Confraternita del SS. Rosario fondato nel 1619 in rendimento di grazia per la memorabile vittoria sui Turchi nel 1571 a Lepanto. La cappella è decorata con pregevoli stucchi ed affreschi, con un magnifico altare rivestito in marmo ed un coro in legno per i Fratelli.

Nella parte bassa del centro storico è ubicata la Porta di Mezzogiorno, antico ingresso a forma di torre inserita in un contesto murario di difesa.

Località turistiche: Cafarda 90 m.s.l.m. a tre chilometri da Pentone, immersa nel verde di pinete e castagneti, gode di un’eccezionale posizione panoramica.


Nella località di Termine sorge il Santuario della Madonna delle Grazie o delle Trache dal greco “trachius” (roccia) luogo roccioso. La Chiesa rurale di Termine fu eretta a Cappella nel 1291 e fa parte del Circuito dei Santuari Mariani della Calabria per il Giubileo del 2000. Contiene diverse statue lignee realizzate da artisti della Valle di Ortisei (BZ), le pareti dell’abside sono decorati da mosaici e l’altare è impreziosito da un’affresco del pittore Gariano 1910. Sul piazzale è stata collocata una pregevole statua di bronzo di Padre Pio dell’artista Egidio Ambrosetti da Anagni, mentre sul piazzale una icone in legno dipinta dal pittore Aldo Sirianni rappresenta l’apparizione della Madonna a Maria Madia. Il Santuario è meta di numerosi pellegrinaggi oltre che sosta per i turisti che proseguono per l’altopiano Silano.

 

...
 
 
...

.: powered by Marino Maria Antonietta :.

...